#QuelloCheCiUnisce

Pubblicato il

Línea Calma: la linea telefonica contro la violenza sulle donne pensata per gli uomini

Quante volte ancora ci capita di sentire frasi come “se è geloso vuol dire che mi ama”, “se vuole sapere cosa faccio, è perché gli importa”? Spesso e volentieri sono frasi dette con innocenza che non preludono nessun dramma, ma che possono porre le fondamenta di un’ingiustificata violenza psicologica e fisica. Violenza che, in fin troppi Paesi, trova un solido appoggio culturale basato su anacronistici modelli maschilisti.


#UNINTSPEECHPRESSREVIEW

Pubblicato il

Prima conferenza UNINTSPEECH: INCLUDIAMO. Intervista alla responsabile e alla vice responsabile del progetto

Il 17 novembre ha avuto luogo in aula magna la prima conferenza di quest’anno accademico di Unint Speech. I sei speaker hanno tenuto dei brevi discorsi sul tema dell’inclusività in tutte le sue forme. Si è parlato del sessismo nella lingua russa e di come sia migliorata nel tempo la situazione della donna nella società russa, degli attacchi alle categorie LGBT, delle varie legislazioni (caso studio della Polonia e dell’Italia, citando il DDL Zan) e di come vengono considerate le minoranze nei media. Per quanto riguarda gli ambiti lavorativi invece si è trattato dell’inclusione della donna in modo complementare agli uomini e si è parlato di come l’inclusività sia amica del progresso e sia resa possibile dalla democrazia. Nell’ambito scolastico, infine, è stato affrontato il tema del bullismo e di quanto siano importanti la prevenzione, la diagnosi precoce e l’intervento.

Noi di UNINTBlog abbiamo intervistato Carmen Lopedote, la responsabile di UNINTSPEECH, e Martina Sborchia, vice responsabile del progetto, per capire un po’ come si sono sentite nel dover affrontare l’organizzazione di questo evento e per aver qualche anticipazione sulle prossime conferenze!

#ATUTTOMONDO

Pubblicato il

La rassegna stampa internazionale dell’UNINT

Russia: i primi risultati delle elezioni della Duma di Stato. Segue anche la Germania, dove a una settimana dalle elezioni federali, i candidati alla Cancelleria affrontano il terzo e ultimo “triello” televisivo. Algeria: celebrati i funerali dell’ex presidente della nazione Abdelaziz Bouteflika. Biden annuncia un patto di difesa tra USA, UK e Australia; Messico: riposizionata la statua di Cristoforo Colombo. La Cinasperimenterà presto un’energia nucleare sicura ed economica.

#ATUTTOMONDO

Pubblicato il

La rassegna stampa internazionale dell’UNINT.

In Inghilterra Boris Johnson ha annunciato le misure previste dal “piano invernale” contro il Covid. In Francia è in corso una crisi diplomatica tra Washington e Parigiper i sottomarini australiani. In Portogallo vengono finanziati progetti biomedici all’avanguardia. In Sudafrica si stanno combattendo due battaglie: l’HIV e il Covid. In Cina si vogliono intensificare le norme relative alla produzione di terre rare.

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Stampella

A primo impatto può non sembrare una parola estremamente evocativa o particolare e anch’io vorrei poter essere dello stesso parere.
Fin dalla tenera età di 6 anni sono stata abituata a vedere mia madre utilizzare una stampella, strumento necessario per la sua deambulazione. Questo oggetto è diventato sempre più parte integrante della nostra quotidianità: durante qualsiasi conversazione, spostamento o passeggiata con mia madre la stampella è sempre presente. È diventata una sua estensione extracorporea, un unico pacchetto inscindibile.
Stampella è sempre accompagnata da malinconia, ma anche da una certa gratitudine perché sono consapevole che è solo grazie a questo strumento che a mia madre è concesso muoversi.
Ogni volta che incontro per strada una persona che utilizza una stampella o sento nominare questo oggetto, il pensiero a mia madre è immediato e probabilmente sarà così per sempre.

Alessandra Rossi

#ATUTTOMONDO

Pubblicato il

La rassegna stampa internazionale dell’UNINT.

In Germania continua lo sciopero della fame per il clima da due settimane. In Catalogna l’11 settembre si è celebrato, per il decimo anno consecutivo il Diada de Catalunya, la Giornata Catalana. È stato aperto il primo tratto della pista ciclabile Mosca a San Pietroburgo. In Canada molti infermieri hanno abbandonato il loro posto di lavoro a causa del Covid che lo ha reso pericoloso e difficile. Il Brasile è stato classificato come il 4° paese più pericoloso al mondo per gli ambientalisti. In Cina sono stati  esaminati i moduli firmati dalle donne che acconsentono all’inserimento o alla rimozione dei dispositivi intrauterini.

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Rinascita

Rinascita è una parola che echeggia in ogni occasione in cui dedichiamo l’energia, il tempo, le risorse per un miglioramento di crescita. La vita non è soltanto un percorso lineare, ma in continuo mutamento. Stiamo vivendo un nuovo periodo all’insegna del rinnovamento, del desiderio di rinascita inteso come ripartenza. Una sfida decisiva caratterizzata da un’esperienza drammatica di limitazioni imposte con tenacia. Il simbolo di rinascita da me preferito è la fenice, che trova la forza per procedere e rinascere dalle proprie ceneri. Solo adattandoci al vento e alle tempeste possiamo far fronte ai mutamenti che la vita ci riserva. Per una rinascita è fondamentale accettare qualsiasi situazione per poter rialzarsi più forti di prima. Fondamentale è non arrendersi mai cercando di vincere in ogni ambito.

Federica Martini

#ATUTTOMONDO

Pubblicato il

La rassegna stampa internazionale dell’UNINT.

In Germania, circa un giovane su quattro fino ai 17 anni ha ricevuto le due dosi di vaccino contro il Covid-19. In Galles il numero dei parlamentari potrebbe essere tagliato di 8 a fronte dei 40 secondo le nuove linee guida per cambiare i collegi elettorali di Westminster. In Spagna, Andrés Aguilera indaga le cause e le conseguenze dell’instabilità genomica. A Lussemburgo il Ministro dell’Istruzione nazionale, Claude Meisch, ha deciso che dal 15 settembre non sarà più obbligatorio indossare la mascherina in classe. In Messico la Corte Suprema annulla in alcuni Stati del Paese la pena contro l’aborto volontario. Rilevata la variante Mu del Covid-19 in un’isola dei Caraibi. A Capo Verde il Partito Africano dell’Indipendenza di Capo Verde (PAICV) ha chiesto, un immediato intervento del Governo volto ad impedire l’aumento del prezzo dell’elettricità. In Russia, gli studenti universitari potranno ottenere più specializzazioni contemporaneamente. In Cina si sottolinea la forte necessità di controllare le emissioni di carbonio nel corso del quattordicesimo piano quinquennale.

#POLITICAFFÈ

Pubblicato il
A US soldier stands on guard as Afghans gather on a roadside near the military part of the airport in Kabul on August 20, 2021, hoping to flee from the country after the Taliban’s military takeover of Afghanistan. (Photo by WAKIL KOHSAR/AFP via Getty Images)

L’esercito europeo come priorità costituzionale

Afghanistan e dintorni: la democrazia non si può esportare, ma si può difendere

Sciame sismico nella umma

Un nuovo sciame sismico attraversa la umma islamica. Dalla fine della Guerra fredda, questi movimenti tellurici si fanno sempre frequenti e intensi, come dimostrano anche i postumi della Primavera araba nel Nord Africa e gli scontri scoppiati intorno alla Pace di Abramo e alla crisi libica. L’instaurazione di uno Stato islamico in Afghanistan potrebbe gettare benzina sul fuoco delle tensioni già esistenti nella umma intorno all’alternativa islamica. La riespansione del principio ordinatore islamico si presenta come un fenomeno “naturale”, di fronte alla crisi dell’egemonia culturale del costituzionalismo occidentale.