#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Manomissione

La parola manomissione ha un duplice significato. Nel primo significa ‘alterare o modificare senza averne il diritto’. Nel secondo invece, c’è un riferimento all’antico diritto romano, dove manomettere era l’atto di liberazione di uno schiavo.
Come spiega Gianrico Carofiglio nel suo La manomissione delle parole, il termine mantiene il suo duplice significato anche in relazione alla parola.
Personalmente, penso che questo dualismo insito nel termine manomettere sia un esempio lampante della storia globale dell’umanità. La parola che viene distrutta e violata come in numerose dittature e in un secondo momento liberata e riscattata. La libertà di parola è un diritto fondamentale dell’uomo che, purtroppo, non è stato ancora raggiunto a livello globale. La parola viene distrutta e ricostruita, emancipata senza mai perdere la sua dignità.

Germana Santoro

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Inverno

Questa è la parola che più mi sta a cuore da qualche anno a questa parte per varie ragioni. L’inverno assume nella mia vita diversi significati. In primo luogo, rappresenta la quotidianità che è il pilastro delle nostre vite poiché ci dà l’impressione di vivere un’apparente “normalità” nonostante il buio periodo storico che siamo costretti ad affrontare, quando anche le attività più banali che in altri periodi reputavamo scontate come l’andare a scuola, sono oggi essenziali per proseguire. Nonostante le temperature fredde, mi sento poi di ricollegare il termine inverno al concetto del calore, soprattutto quello familiare, e al Natale, quando si ha la possibilità di stare con i propri cari collezionando tradizioni e piccoli momenti di felicità che spero poter vivere anche quest’anno.

Giorgia Salomone

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Aloha

Una parola che a primo impatto potrebbe sembrare tanto semplice quanto banale, ma che in realtà nasconde al suo interno un messaggio molto più profondo e intenso. Letteralmente in lingua hawaiana aloha significa “la gioia di condividere l’energia vitale nel presente”. È una parola che mi trasmette il valore stesso della vita, quel senso di “io sono una parte del tutto e tutto è una parte di me”. Aloha è ciò che mi ha insegnato a prendermi cura in maniera incondizionata di ciò che racchiudo, lasciando andare quelle energie stagnanti e dannose. È una parola che mi ha arricchita e mi che ha permesso di ritrovare il mio io interiore ma soprattutto di capire a fondo chi sono. Riporta a galla momenti e sensazioni talvolta inspiegabili, che nessuno mai potrebbe capire. Momenti che andrebbero semplicemente vissuti. 

Lucrezia Cetti

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Girasole

Ne avevo uno in giardino e il suo giallo intenso mi metteva allegria. Poi ho letto del suo comportamento nei campi, tra centinaia di altri, e per me ha cambiato senso. I girasoli non stanno al sole, lo inseguono, anzi lo anticipano. Per crescere si muovono nella sua direzione, da est a ovest, ma poi la corolla, all’alba, è di nuovo rivolta a est. Pronta per la luce, non dubita che tornerà. I girasoli non si toccano ma non sono soli. Lavorano insieme, non tutti alla stessa velocità. In gruppo si riorganizzano, torcono gli steli per non togliere i raggi al vicino. Quando appassiscono, in realtà sono pronti a dare i semi. In questo periodo in cui ognuno ha momenti di “accasciamento” io voglio imparare da ciò che esiste e resiste da prima di noi. Il mio girasole non è colore o decorazione ma una lezione: fermarsi se necessario, occuparsi del campo, percepire la luce che arriverà. 

Chiara Orlando

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Forza

Il termine forza per me ha due accezioni, diverse tra di loro ma pur sempre inscindibili. La forza per me è collegata sia al vigore fisico, che alla forza interiore: la volontà d’animo.
La forza è il motore della vita, è ciò che mi permette di cercare di essere una persona migliore ogni giorno, è la capacità di opporsi agli ostacoli affrontandoli senza paura. Sono sempre stata affascinata da essa e per questo motivo, ho deciso di perseguirla anche sul piano fisico dedicandomi alla pesistica: l’emblema della forza per eccellenza. Questo sport mi ha forgiato soprattutto mentalmente, mi ha reso una persona più forte. I pesi, come le difficoltà della vita, mi hanno insegnato a non avere paura di fallire e reagire con più grinta alle avversità.
La forza è audacia, caparbietà e resilienza.

Michela Fedeli

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Fiducia

La parola che ho scelto è ‘fiducia’. Ad oggi penso sia una delle parole più difficili da spiegare. “Fidati di me.” Ogni volta che sento dire questa frase inizio a percepire delle sensazioni molto strane. Oggi non è molto semplice fidarsi di qualcuno e in particolare delle sue parole. Non tutti danno un peso alle parole, che molto spesso vengono dette a caso. “Ti amo”, “ti voglio bene”. Queste sono due delle frasi più comuni che non vengono dette sinceramente. Ma chi le ascolta ha la possibilità di decidere se crederci o meno. Guadagnarsi la fiducia di qualcuno richiede moltissimo tempo, ma ce ne vuole talmente poco per perderla completamente. Quando questo accade, la “fiducia” diventa dispiacere, tutto viene considerato come un inganno. 
La parola “fiducia” è una parola piena di significato, che va utilizzata con molta attenzione. 

Lisa Pellecchia

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Felicità

La felicità è una questione complicata da quando ho iniziato a scrivere ciò che penso.
Quando sono felice non riesco a scriverlo, invece quando scrivo spontaneamente sto spesso male. Ed è difficile dare un giudizio alla felicità quando una delle cose che ti piace fare non ti riesce quando sei immersa nella vie en rose. Allora via libera alla malinconia.
Saprei subito esporre i miei picchi di tristezza. Non saprei rispondere con altrettanta fermezza alla domanda: quando sei stata felice? Eppure sono stata più felice che triste, ma non l’ho mai scritto.
Quando si è felici bisogna farci caso. La contorsione della pancia, la tensione della pelle, la concentrazione della mente. Non so se mi sentirò più così, per questo è importante scriverlo. La felicità passa e quando passa sembra non essere mai stata qui.

Noemi Ferraguzzi

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Esperienza

Se si pensa a quanto spesso viene utilizzato questo termine nell’uso quotidiano ci si potrebbe davvero sorprendere. Cos’è l’esperienza?
Mi verrebbe da rispondere istintivamente che è qualcosa che giace dentro di noi, che un po’ per caso e un po’ per nostra volontà inglobiamo nel corso della nostra vita. Questa parola suscita molte sensazioni diverse dentro di me, dall’entusiasmo al dolore, dalla scoperta alla paura. Esperienza è quello che porti a casa dopo un lungo viaggio. Esperienza è ciò che impari dopo una sconfitta o una delusione. Esperienza è sapere che comunque vada c’è sempre un lato costruttivo delle cose. Qualsiasi avventura noi intraprenderemo avrà sempre fine nell’esperienza la quale, volta dopo volta, si instaurerà come tratto marcato in ognuno di noi.

MariaMaddalena Ambrosca

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Equitazione

Questa parola per me ha un significato molto importante perché identifica la prima cosa che mi ha emozionato a tal punto da diventare la mia vera passione.
Ho sempre amato gli animali ed in particolar modo i cavalli.
Quando i miei genitori mi hanno dato la possibilità di iniziare a praticare questo sport mi sono resa conto dell’immensa gioia che mi procurava avere un contatto così ravvicinato con questi animali. Prendersi cura di un cavallo, sellarlo, poterci salire sopra ed infine riuscire ad entrare in empatia fino ad arrivare ad instaurare un legame di fiducia e rispetto reciproco sono solo una piccola parte delle sensazioni meravigliose che solo uno sport particolare come l’equitazione può regalare. Non potrei spiegare in nessun altro modo questa parola se non riassumendola in questo modo: felicità.

Carlotta Macrini

#leparoledelleemozioni

Pubblicato il

Empatia

Una parola che ha una profonda potenza evocativa è Empatia.
Ritengo che, in questo periodo storico in particolare, l’abilità di saper comprendere l’altro sia fondamentale.
Questa capacità è da sempre per me un fardello ma allo stesso tempo un dono, saper leggere le emozioni altrui e con una parola, un gesto o uno sguardo, trasmettergli la propria vicinanza.
In una società individualista e oltremodo sofferente, praticare la gentilezza è un’arma potentissima, dobbiamo imparare a osservare ogni cosa come parte di un’indivisa interezza, e riconoscerci in quell’unità.

Gabriele Bianconi