Blockathon UE 2018: a vincere è un team italiano

23 luglio 2018 Non attivi Di Giulia

Un successo digitale firmato made in Italy

 

Dal 22 al 25 giugno 2018 si è tenuto a Bruxelles il Blockathon UE: un programma lanciato dall’ EUIPO, ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale incaricato di gestire i marchi dell’UE e i disegni e modelli comunitari registrati, con lo scopo di individuare “le migliori idee per portare la blockchain nella tutela dei consumatori”.

L’evento “nasce dall’idea che la tecnologia blockchain abbia un gran potenziale nella lotta contro la violazione dei diritti di proprietà intellettuale. Speriamo che le soluzioni sviluppate qui da questi brillanti gruppi di programmatori avranno un ruolo in questa lotta, mentre noi continuiamo a lavorare per cercare di fermare la contraffazione sia online che offline.” Con queste parole il Direttore esecutivo dell’EUIPO, António Campinos, sottolinea l’importanza di proteggere i consumatori dalle contraffazioni avvalendosi delle nuove tecnologie.

Undici i gruppi di programmatori coinvolti nella competizione durata 48 ore. Ad aggiudicarsi il primo premio è stato il team italiano di Cryptomice proponendo una soluzione “virtual twin”: “un gemello virtuale che non può essere clonato o falsificato, collegato al prodotto fisico, registrato sulla blockchain e inviato prima del prodotto fisico per verifica”. Il loro progetto li ha portati a conquistare il primo posto in due delle tre categorie di gara (dogane e logistica) e il secondo nella categoria consumatori.

 

 

Per approfondimenti consulta l’articolo “Cryptomice ha vinto il Blockathon di EUIPO per la blockchain”.