Economia e multilinguismo

17 maggio 2018 0 Di Giulia

Conosci più di una lingua? Se la risposta è sì allora hai una marcia in più.

 

Secondo uno studio dell’Università di Bristol parlare soltanto l’inglese non è più sufficiente per avere successo. Economia e multilinguismo vanno di pari passo: maggiore è il numero di lingue conosciute e maggiore è il numero di rapporti commerciali che si possono instaurare.

Secondo la suddetta analisi, il Regno Unito perde all’incirca il 3,5% di PIL ogni anno a causa della scarsa conoscenza linguistica della popolazione. Al contrario, in Svizzera il 10% del PIL annuo è attribuito al patrimonio multilingue, sono ben quattro, infatti, le lingue nazionali: italiano, tedesco, francese le lingua romancia.

Tra i noti benefici personali del multilinguismo (prevenire lo sviluppo della demenza, processare le informazioni in modo più efficiente, tenere la memoria allenata, per citarne alcuni), si inserisce l’aspetto economico. I ricercatori hanno dimostrato come in Florida, i lavoratori che parlano sia spagnolo che inglese guadagnano $ 7.000 all’anno in più rispetto a quelli che parlano solo inglese. Secondo uno studio canadese, gli uomini bilingui guadagnano il 3,6% e le donne bilingui guadagnano il 6,6% in più dei loro coetanei solo in inglese.

Bisognerebbe quindi investire sullo studio delle lingue per formare personale preparato e in grado di incentivare rapporti commerciali a livello internazionale.

 

Per approfondimenti consulta l’articolo “Speaking more than one language can boost economic growth”.